20 luglio 2018

Domattina l'inaugurazione del 5° Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana





Si alza il sipario sulla quinta edizione del Salone del Libro di Montagna. Alle ore 10 di domani alla presenza delle autorità sul piazzale dell'Albergo Italia avverrà il taglio del nastro. A seguire alle 10,30 il convegno promosso dall'UNCEM Piemonte in collaborazione con l'Associazione Culturale Valle Maudagna "La nuova legge forestale e lo sviluppo delle valli alpine" con gli interventi di Lido Riba Presidente UNCEM Piemonte, Rocco Pulitanò consigliere ATL del Cuneese, Michele Pianetta vice presidente ANCI Piemonte, Adriano Bertolino presidente Unione Montana Mondolè, Gianrenzo Taravello presidente Unione Montana Valli Monregalesi, Valter Roattino presidente Unione Montana Monte Regale, Giorgio Ferraris presidente Unione Montana Alta Valle Tanaro. Moderatore Marco Bussone Presidente Nazionale UNCEM e Vice Presidente UNCEM Piemonte.
Nel pomeriggio alle ore 15,00 La Liguria incontra il Piemonte autori liguri emergenti Laura Maggesi e Ilaria  Musetti presentano "le lunghe ombre" Araba Fenice Libri, alle 15,30 la ricercatrice Lidia Dutto con il nuovo libro "Se nasce femmina piangono le formiche"alle ore 16,00 Gabriele Gallo con il terzo volume di Rifugiarsi la guida ai rifugi e ai bivacchi della provincia di cuneo" Daniela Piazza Editore. Alle 17,00 Bruno Vallepiano con "La quercia del Myr", a seguire Paola Maccario con "Diario dell'alpino Francesco" Araba Fenice Libri:alle 18,00 Giorgio Cugnod propone il libro "Un alpino nella storia, il generale Giovanni Battista Piovano".Alle 21,00 nei locali della Confraternita l'atteso ospite d'onore il grande campione di ultra maratona Marco Olmo.
Sul piazzale dell'albergo stand di editori e associazioni locali.

Sempre nella giornata di sabato verrà inaugurata la mostra fotografica "Alla scoperta della Roa Marenca" in collaborazione con l'ATL del Cuneese e l'Associazione Culturale Valle Maudagna.
Tutte le manifestazioni del Salone del Libro di Montagna sono ad ingresso libero.

16 luglio 2018

Lo scultore Mario Bruno al 5° Salone del Libro di Montagna



Le sculture in legno dell'artista Mario Bruno di Pianvignale di Frabosa Sottana saranno esposte al 5° Salone del Libro di Montagna sul piazzale antistante l'albergo Italia sabato 21 e domenica 22 luglio.






Frabosa Sottana: letteratura e montagna si intrecciano nella quinta edizione del Salone del Libro di Montagna





A proporre questo straordinario binomio l’Associazione Culturale Valle Maudagna in collaborazione con l’Associazione San Biagio ed il sito frabosasottana.com

Letteratura e montagna, due grandi passioni che si intrecciano. A proporre questo straordinario binomio ci provano, per il quinto anno consecutivo, l’Associazione Culturale Valle Maudagna in collaborazione con l’Associazione San Biagio ed il sito www.frabosasottana.com, promotori del Salone del Libro di Montagna in programma sabato 21 e domenica 22 luglio a Frabosa Sottana in provincia di Cuneo.

La rassegna –che si ripropone di portare sotto i riflettori il territorio, fornendo impulsi per la valorizzare delle sue risorse e fornire –contestualmente- proposte concrete per mitigare le criticità che lo opprimono– ha al centro del suo intenso programma, la presentazione di una serie di libri di autori diversi, ma uniti da quel singolare fil-rouge che è appunto la montagna.

Ad aprire la kermesse libraria sarà, sabato 21, ciò che è ormai una tradizione del Salone ovvero la valorizzazione del rapporto tra Piemonte e Liguria, territori uniti da un legame alpino che si concretizza, in questo caso, in forma letteraria.

Alle 15, l’autrice valbormidese Laura Maggesi aprirà la rassegna dedicata alle presentazioni librarie parlando del suo ultimo lavoro: “Le lunghe ombre”. A seguire, alle 15,30, Lidia Dutto illustrerà il suo saggio dal titolo: “Se nasce femmina piange la formica”. Alle 16, Gabriele Gallo promuoverà la sua “3a guida dei rifugi e bivacchi della provincia di Cuneo”. Alle 17, Bruno Vallepiano intratterrà la platea con la presentazione del libro di Severino Bellino “La quercia del Myr”.

Il gemellaggio “alpestre-editoriale” tra Liguria e Piemonte proseguirà con l’autrice imperiese di San Biagio della Cima, Paola Maccario col suo “Diario dell’alpino Francesco”. Storia di alpini anche alle ore 18 con Giorgio Cugnod che proporrà “Un alpino nella storia, il generale Giovanni Battista Piovano”.

Le presentazioni librarie proseguiranno domenica 22, alle ore 10, con “Pluc sui sentieri della montagna”, frutto del lavoro degli alunni della scuola Primaria di Frabosa Soprana. Nel pomeriggio, alle 15, Ernesto Billò illustrerà il suo ultimo lavoro dal tema: “Le grandi tappe della storia di Mondovì”. Dopo di lui, alle ore 16, sarà la volta di Maria Grazia Orlandini, autrice di “Al tempo della guerra del sale”. Alle 17, Roberto Croci ci porterà “Alla scoperta della via Marenca”. E’ previsto alle 18 invece l’intervento di Marzia Verona col suo “Capre 2.0”.

Tutte le presentazioni librarie avranno luogo presso la sala convegni dell’Albergo Italia.

Nel contesto del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana assumono da sempre elevata rilevanza i convegni, le mostre e gli incontri.

Tra i convegni spiccano quello promosso sabato 21, alle ore 10,30, in collaborazione con l’Uncem, (l’Unione Nazionale Comuni ed Enti Montani) la dal tema “La nuova legge forestale e lo sviluppo delle valli alpine”.

Domenica alle 10,45 sarà invece la volta del Convegno Uisp sui 70 anni di attività dell’Unione Italiana che promuove lo sport per tutti. Nell’occasione sarà anche promosso il libro di Luciano Senatori: “Compagni di cordata”.

Relativamente alle mostre, da non perdere quella fotografica che si terrà presso il salone delle esposizioni dell’Albergo Italia, proposta da Roberto Croci che ha quale argomento “la scoperta della Roa Marenca”, mostra alla cui organizzazione partecipa anche l’Atl cuneese.

Nel piazzale antistante l’Albergo Italia, per l’intera durata del Salone, sarà presente anche un gazebo presso il quale l’Associazione culturale I Mundaj che gestisce la biblioteca comunale di Frabosa Sottana proporrà l’iniziativa “Libera un libro”.

L’evento clou della quinta edizione del Salone del Libro di Montagna rimane tuttavia l’incontro con Marco Olmo. Il pluri campione di marcia estrema, ospite d’onore della kermesse, parlerà delle sue imprese e proporrà una serie di avvincenti filmati sabato 21 luglio, alle ore 21, presso l’ex Confraternita messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Frabosa Sottana.

Immancabile, nella “due giorni” di Frabosa Sottana, anche la presenza di stand espositivi di aziende che operano nel mondo dell’editoria e di imprese locali.

Il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana, che propone gratuitamente al pubblico ogni iniziativa, gode del Patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Comune di Frabosa Sottana e del contributo dello stesso Comune di Frabosa Sottana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi e di importanti aziende che operano nel Nord-Ovest.

Sarà possibile seguire la quinta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana attraverso il sito ufficiale www.salonelibromontagna.blogspot.it oppure collegandosi alla pagina https://www.facebook.com/Salone-Libro-Montagna-Frabosa-161709700862522

 

11 luglio 2018

In anteprima al Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana Lidia Dutto presenta il nuovo libro dedicato alle ricerche del patrimonio culturale alpino "Se nasce femmina, piange la formica"




Questo volume è frutto diun lungo lavoro di ricerca sui temi della maternità e della nascita nell’universo culturale di una vallata alpina, tramite interviste ad anziani informatori. I temi indagati riguardano il concepimento, la gravidanza e le sue credenze, i luoghi e le tecniche del parto, le figure in assistenza alla puerpera, l’allattamento, il baliatico,i ruoli del femminile e del maschile, ecc. fino a lambire il tema delle gravidanze indesiderate e quindi del mondo nascosto delle pratiche abortive. Il filo conduttore di questo saggio, che riporta vissuti ed esperienze emersi in una vasta raccolta di testimonianze, è dunque il nascere la montagna raccontato secondo diversi punti di vista: quello delle donne con i loro vissuti ed esperienze relativamente al parto, quello delle donne e degli uomini intervistati che a loro volta sono stati bambini, quello di una levatrice che ne decennio 1950-60 ha operato nel territorio ove si è svolta l’indagine. Vengono parimenti presi in considerazione locuzioni proverbiali connesse al genere sessuale con differenti spiegazioni offerte dai testimoni ascoltati in base al loro luogo di provenienza, per esempio la locuzione che ha offerto il titolo a questo lavoro “Se nasce femmina, piange anche la formica”.

Il progetto di ricerca etnografica-antropologica da cui ha origine questo saggio si è svolto lungo un arco temporale di oltre un ventennio all’interno del ricchissimo patrimonio culturale di una vallata alpina del territorio cuneese. Un percorso nelle pieghe dei suoi segreti e dei suoi silenzi e nell’intensità dei ricchissimi significati palesi e latenti.

4 luglio 2018

Programma ormai delineato, a meno di un mese dal via per la 5^ edizione del Salone del Libro di Montanga 21-22 luglio 2018



Atleta italiano vincitore di numerosi Ultra Trail, Marco Olmo è considerato, nonostante abbia superato i 60 anni, uno dei più grandi specialisti delle corse estreme.

È tesserato nel ASD Roata Chiusani. A 58 anni è stato Campione del Mondo vincendo l'Ultra Trail du Mont Blanc, la gara di resistenza più importante e dura al mondo: 167 km attraverso Francia, Italia e Svizzera: oltre 21 ore di corsa ininterrotta attorno al massiccio più alto d'Europa. Nel 2009, in occasione del Campionato del Mondo IAU individuale di UltraTrail a Serre Chevalier, ha ottenuto un 14º posto in classifica generale e il 1º nella categoria veterani.

 Marco Olmo è già entrato nell'Olimpo dello sport mondiale per aver vinto molte ultramaratone, le competizioni che superano i 100 chilometri di corsa continuativa nei deserti o sui crinali delle montagne. Ma ciò che lo fa brillare di una luce unica è che ha vinto quando aveva già compiuto 58 anni e ha continuato a farlo anche in seguito, collezionando successi in quella fase dell'esistenza in cui tutti rallentano, se non addirittura si ritirano. È questo il dettaglio che trasforma le sue imprese sportive in una testimonianza motivazionale per tutte le persone che affrontano la terza età.Olmo è l'esempio eclatante che si può attraversare "di corsa" anche la terza stagione della propria vita. Chi ci arriva in buona salute può tornare protagonista della propria esistenza, individuando nuove tappe da conquistare e togliendosi tante soddisfazioni.

Il suo messaggio è un semplice, ma energico incoraggiamento a inventarsi una vita dinamica, alternando attività fisica e attività mentale, seguendo un'alimentazione sana ed equilibrata e ritmi saggi, ma capaci di condurre lontano. Perché non si è mai troppo vecchi per vivere ogni giorno.Pochi, forse nessuno, meglio di Marco Olmo riesce ad incarnare lo spirito dell’atleta di colui che sa impegnarsi, lottare, soffrire, pur di raggiungere un risultato.

Al Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana, Marco Olmo sarà protagonista di un incontro, nel corso della quale saranno proposte anche alcune suggestive immagini. La conferenza avrà luogo sabato 21 luglio, alle ore 21, presso la Confraternita di Frabosa Sottana.

 Convegni sono in programma anche sabato 21 alle 10.30 (dopo l’inaugurazione) e domenica 22 alle 10,30. Il primo, promosso in collaborazione con l’Uncem ed al quale prenderanno parte autorevoli esponenti del Monregalese e di altre province piemontesi, avrà quale tema: “La nuova legge forestale e lo sviluppo delle valli alpine”.Nel secondo, promosso dalla struttura di Attività di Montagna dell’Uisp verranno ripercorsi i 70 anni di attività dell’importante organizzazione di sport popolare e sociale.

L’attenzione degli organizzatori del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana non si concentra solo nella valorizzazione della sempre vivace e florida produzione libraria.

 

Nelle intenzioni dell’Associazione Culturale Valle Maudagna presieduta dal dinamico Gianni Dulbecco c’è anche la volontà di portare sotto i riflettori il territorio, fornendo impulsi per la valorizzare le sue immense risorse e risposte concrete per la soluzione delle innumerevoli criticità che lo opprimono.

Una Mostra fotografica curata da Roberto Croci e promossa in collaborazione con l’ATL del Cuneese, sul tema “Alla scoperta della Roa Marenca” farà da fil rouge ad incontri e presentazioni librarie che avranno protagonisti autori del nostro tempo come le liguri Laura Maggesi, Paola Maccario (la prima è di Carcare, l’altra è di San Biagio della Cima), Bruno Vallepiano di Roburent, Roberto Croci di Pamparato, Gabriele Gallo, Giorgio Cugnod, Ernesto Billò e Maria Grazia Orlandini di Mondovì e la torinese Marzia Verona.

 Uno speciale riconoscimento verrà assegnato alla Scuola Primaria di Frabosa Soprana per il libro “Pluc sui sentieri della montagna”, mentre sul piazzale antistante l’Albergo Italia, sede delle presentazioni librarie, della mostra fotografica e dei convegno Uncem e Uisp, verranno attrezzati gli stand dell’Associazione San Biagio di Miroglio, che collabora attivamente all’organizzazione del Salone, e dell’Associazione Culturale I Mondaj che proporrà “Libera un Libro”, uno scambio gratuito di testi.

 Immancabile, nella “due giorni” di Frabosa Sottana, anche la presenza di stand espositivi di aziende che operano nel mondo dell’editoria e di imprese locali.

Il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana, che propone gratuitamente al pubblico ogni iniziativa, gode del Patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Comune di Frabosa Sottana e del contributo dello stesso Comune di Frabosa Sottana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi e di importanti aziende che operano nel Nord-Ovest.

Sarà possibile seguire la quinta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana attraverso il sito ufficiale www.salonelibromontagna.blogspot.it oppure collegandosi alla pagina https://www.facebook.com/Salone-Libro-Montagna-Frabosa-161709700862522

 

2 luglio 2018

Al Salone del Libro di Montagna l'UISP darà vita alle ore 10,30 di domenica 22 luglio ad un Convegno promosso dala struttura di attività UISP montagna dal tema "UISP 70 anni di sport per tutti"




Nel 2018 ricorrono i settant’anni della nascita dell’Uisp (Unione Italiana Sport per Tutti), la grande organizzazione di sport popolare,sociale, per tutti, a misura di ciascuno.

Nata nella Resistenza e cresciuta con la Costituzione Italiana, UISP ha influenzato non solo il sistema sportivo italiano, ma anche la cultura sociale  e politica del Paese.

Lo sport di cittadinanza è un grande fattore educativo e le società sportive che ne compongono la galassia sono i presidi territoriali capaci di offrire opportunità di pratica sportiva, attraverso cui formare cittadini attivi , di generazioni diverse che costruiscono partecipazione e democrazia.

Con oltre un milione e trecentomila persone e con poco meno di 18 mila società sportive affiliate, l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) è l’Ente di Promozione Sportiva che ha l’obiettivo di estendere il diritto allo sport a tutti i cittadini.

Lo sport per tutti è un bene che interessa la salute, la qualità della vita, l’educazione e la società.

Attraverso le due attività indoor (escursionismo, arrampicata, nordic walking, sci, ciaspole, trail ranni, mountain bike) UISP promuove il turismo sportivo e con lo sviluppo del territorio, soprattutto quello alpino.

Nell’occasione sarà presentato il libro di Luciano Senatori, “Compagni di cordata”,una storia di alpinisti sovversivi e di sport popolare.